Skip to content

Tra gli strumenti volti a potenziare le abilità e le conoscenze ortografiche vi è il programma:

RECUPERO IN ORTOGRAFIA. Percorso per il controllo consapevole dell’errore. (Luciana Ferraboschi e Nadia Meini, 2014, Erickson).

 

PRINCIPI TEORICI

IL MODELLO DI APPRENDIMENTO DELLA SCRITTURA

E’ possibile ipotizzare l’esistenza di due principali meccanismi di elaborazione dello stimolo uditivo, quando scriviamo parole sotto dettatura:

1) il sistema visivo-lessicale: quando scriviamo parole familiari

2) il sistema fonologico: quando scriviamo parole che incontriamo per la prima volta o non-parole

 

IL MODELLO DI APPRENDIMENTO DELL’ORTOGRAFIA

Il modello prevede una sequenza di stadi tra loro dipendenti, caratterizzati dalla messa in atto di strategie e competenze diverse.

1) lo Stadio logografico o ideografico: il bambino può riconoscere parole familiari, l’ordine delle lettere è ignorato, il bambino non è in grado di rispondere a parole non familiari.
2) lo Stadio alfabetico: il bambino impara e applica le regole di conversione fonema-grafema.
3) lo Stadio ortografico: il bambino analizza le parole come unitĂ  ortografiche.
4) lo Stadio lessicale: il bambino  scrive le parole in maniera globale, vi è una scrittura diretta della parola.

 

ANALISI DEGLI ERRORI

Dal modello deriva una classificazione tipologica degli errori:
1) Errori Fonologici
  -scambio di grafemi
-omissione/aggiunta di lettere o sillabe
-inversioni
-grafema inesatto
2) Errori non Fonologici
  -separazioni illegali
-fusioni illegali
-scambio di grafema omofono
-omissione o aggiunta di h
3) Altri errori
-omissione e aggiunta di doppia
-omissione e aggiunta di accenti

 

INDICAZIONI METODOLOGICHE

Il volume presenta un programma di recupero delle abilitĂ  ortografiche suddiviso in sezioni.
Tale strumento permette di:

  • predisporre e strutturare le attivitĂ  di recupero delle difficoltĂ  presentate
  • seguire percorsi organizzati  e mirati all’acquisizione di strategie operative per il controllo consapevole dell’errore

 

STURTTURA DEL LIBRO

Il percorso è strutturato in tre grandi gruppi, e segue le tre tipologie di errori.

  • Una prima parte con esercizi rivolti al lavoro sugli errori fonologici
  • Una seconda parte con esercizi rivolti al lavoro sugli errori non fonologici
  • Una terza parte con esercizi rivolti  al lavoro sugli altri errori

Ogni percorso segue un ordine che prevede:

  • i suggerimenti metodologici per l’operatore
  • i momenti di riflessione per l’alunno
  • gli esercizi guidati di consolidamento dell’abilitĂ 
  • le schede di riflessione sulle abilitĂ  consolidate
  • le verifiche
  • la scheda di riflessione metacognitiva

 

A CHI E’ RIVOLTO

Il programma è rivolto agli alunni del secondo ciclo della scuola primaria o secondaria di primo grado che non abbiano ancora acquisito le regole di trascrizione della lingua scritta.

Utile nei programmi di potenziamento dell’ortografia con bambini e ragazzi con Disturbo Specifico dell’Apprendimento.

 

 

Condividi

Altri articoli

Cos’è il Procedural Memory Training

IL PROCEDURAL MEMORY TRAINING O TRAINING PER LA MEMORIA PROCEDURALE è un intervento di Stimolazione Cognitiva che può essere utilizzato con persone che presentano Malattie Neurodegenerative, come la Malattia di

Quali sono gli Interventi di Riattivazione Cognitiva?

Con gli Interventi di Riattivazione Cognitiva facciamo riferimento agli interventi non farmacologici rivolti alle componenti cognitive, affettive e comportamentali della persona con malattia neurodegenerativa. Gli interventi di riattivazione cognitiva nelle

I Sintomi Comportamentali nella Malattia di Alzheimer

Nella Malattia di Alzheimer si assiste non solo alla manifestazione di sintomi neuropsicologici (memoria, attenzione, linguaggio) ma anche alla manifestazione di Sintomi Comportamentali e Psicologici. Questi sono sintomi secondari, cioè