Skip to content

Tra gli strumenti esistenti volti a potenziare il calcolo mentale vi è il libro:

CALCOLARE A MENTE. Esercizi secondo l’approccio analogico-intuitivo (Camillo Bortolato, 2002, Erickson).

 

PRINCIPI TEORICI

  • Ogni bambino nasce con delle competenze innate circa la numerositĂ .
  • I bambini sono in grado subito di compiere operazioni con le quantitĂ , senza bisogno di molte istruzioni.
  • Prima di incontrare cifre scritte I bambini sono in grado di compiere calcoli numerici veri e propri.
  • Nel calcolo a mente non vedo le cifre ma penso alla quantitĂ .

 

VANTAGGI DEL METODO ANALOGICO

  • Didattica di tipo intuitiva.
  • Basato sulla percezione di stima, approssimazione, subitizing  (colpo d’occhio).
  • Permette di costruire una struttura d’ordine nella mente  di ogni alunno.
  • Privilegia le simulazioni alle spiegazioni.
  • Da fiducia alla mente che lavora da sola.

 

STRUTTURA DEL LIBRO

  • La prima sezione è dedicata al sistema dei numeri, dove il  bambino impara la struttura delle quantitĂ  e delle posizioni. In questa prima parte viene presentata la tabella delle quantitĂ  fino al 100.
  • La seconda sezione è dedicata al calcolo mentale, dando spazio alle addizioni e alle sottrazioni.
  • La terza sezione consente di ampliare le competenze fino al migliaio quindi viene illustrata al bambino la tabella del 1000.
  • Nella quarta sezione si applica il calcolo mentale ai problemi

 

A CHI E’ RIVOLTO

Calcolare a mente può essere utilizzato con bambini della scuola primaria che hanno difficoltà con i numeri e le prime operazioni di calcolo come addizioni e sottrazioni e che riportano difficoltà specifiche nel calcolo a mente. Attraverso gli esercizi proposti e la tabella del 100 e poi del 1000, il bambino imparerà le strategie di calcolo mentale riconoscendo in modo istantaneo anche quantità numeriche elevate.

Condividi

Altri articoli

Cos’è il Procedural Memory Training

IL PROCEDURAL MEMORY TRAINING O TRAINING PER LA MEMORIA PROCEDURALE è un intervento di Stimolazione Cognitiva che può essere utilizzato con persone che presentano Malattie Neurodegenerative, come la Malattia di

Quali sono gli Interventi di Riattivazione Cognitiva?

Con gli Interventi di Riattivazione Cognitiva facciamo riferimento agli interventi non farmacologici rivolti alle componenti cognitive, affettive e comportamentali della persona con malattia neurodegenerativa. Gli interventi di riattivazione cognitiva nelle

I Sintomi Comportamentali nella Malattia di Alzheimer

Nella Malattia di Alzheimer si assiste non solo alla manifestazione di sintomi neuropsicologici (memoria, attenzione, linguaggio) ma anche alla manifestazione di Sintomi Comportamentali e Psicologici. Questi sono sintomi secondari, cioè