Prevenire l’Alzheimer, ora si può

images (7)Una buona notizia nel 2014 dichiarato “Anno europeo del cervello” dall’European Brain Council.

Il primo progetto al mondo per prevenire l’Alzheimer, l’insidiosa malattia degenerativa che attacca il cervello, organo tra i più preziosi, è stato realizzato a Pisa dal neurofisiologo Lamberto Maffei, presidente dell’Accademia nazionale dei

Lincei.

Il progetto si chiama “Train the Brain” (allena il cervello) e i risultati finora ottenuti, su pazienti a rischio di cadere nella patologia, mostrano nei soggetti un significativo miglioramento e anche un buon livello di gradimento della terapia, al punto che molti pazienti al termine del primo ciclo di trattamenti (sette mesi) chiedono di poter tornare per un ciclo successivo.

Gli stessi parenti documentano benefici comportamentali nell’ambito dei rapporti all’interno della famiglia.

Dal punto di vista clinico i trattamenti praticati, facendo allenare le funzionalitĂ  cerebrali con attivitĂ  fisiche, intellettuali, musicali e ludiche, hanno fatto registrare una riduzione della perdita di materia cerebrale dovuta all’invecchiamento e un aumento dell’afflusso sanguigno nel cervello.

Il progetto rappresenta una grande speranza per il futuro dell’umanità, potendo alleggerire l’enorme crescente peso sociale, sanitario ed economico delle malattie cerebrali degenerative.

Fonte: http://buonenotizie.corriere.it/2014/03/23/prevenire-lalzheimer-ora-si-puo/#.UzCIGAd178w.facebook